Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
4

SUSSURRI NEL BOSCO

NEL BOSCO STA SUCCEDENDO QUALCOSA. STANNO ARRIVANDO DEI NUOVI ABITANTI.

27.06.2017
L'autunno è in arrivo. Le giornate si fanno più corte e fredde. Per me arriva piano piano il momento di costruirmi una tana calda. Di trovare una tana protetta. Un nascondiglio confortevole. Tempo di cercare da mangiare, per trascorrere bene l'inverno.

Sento dei rumori. Insolito in mezzo al bosco. Ascolto attentamente. Ho un po' di timore. Il mio vestito di spine si solleva. Però sono curioso. Dapprima osservo. Poi attraverso furtivamente la boscaglia. Voglio capire cosa succede. Incontro gli altri animali del bosco. Nascosti nei cespugli, osserviamo incantati gli eventi insoliti. Senza respiro. Tesi. Sospettosi.

Sono uomini.

"Che cosa succede?"
"Cosa vogliono queste persone?"
"È meglio sparire"

Trascorrono le settimane.
Mi ritiro soddisfatto. E dormo.
Le giornate si fanno più corte e fredde.
L'autunno è in arrivo.
Trascorrono le settimane. L'inverno è alle porte. Io ho trovato il mio ricovero invernale. Le attività degli umani nel bosco, però, non mi danno pace. Sono molto impegnati. Costruiscono. Come noi animali. Forse anche loro fanno una tana per l'inverno? È possibile. Potrebbe essere una spiegazione. Nuovi abitanti del bosco. Perché no? Mi ritiro soddisfatto. E dormo.

"LA NATURA NON HA ALCUN BISOGNO DI IMPEGNARSI AD ESSERE IMPORTANTE, LO È GIÀ".

ROBERT WALSER
Lentamente mi risveglio. Faccio come la natura dopo il lungo inverno. Sta arrivando la primavera. Fa più caldo. Esco dalla mia tana. Mi allungo, mi stiro. Ascolto il bosco. Sta accadendo qualcosa. In silenzio cammino verso i cespugli. Gli altri animali del bosco sono già là. Sussurriamo. Chiacchieriamo. Osserviamo gli uomini che sono ancora lì.
"Gli uomini stanno costruendo una grande casa, ma sono gentili con noi".

"Vogliono invitare altri uomini nel bosco e mostrare loro quanto fa bene la natura a tutti noi."


Pensieroso inclino la testa. Rifletto. Valuto. E arrivo a una conclusione: è un bene. È qualcosa che dobbiamo augurarci, noi animali del bosco. Che gli uomini capiscano quanto fa bene il bosco. Che è possibile averci a che fare rispettandolo. E che possiamo convivere tutti. Senza darci fastidio. Curioso, lancio un'ultima occhiata alle persone. Lavorano duro alla loro tana. Adesso posso continuare la mia strada tranquillo.

Sussurri nel Bosco.

Vorrei essere informato. Con la newsletter di MY ARBOR.